Come sono sopravvissuta al Netcomm Forum 2018 [da visitatore]

Mi rendo conto che partecipare con lo stand al Netcomm Forum 2018 è moooolto più pesante rispetto a chi visita la fiera da”semplice” visitatore. Tra i vari espositori più di una persona mi ha confessato che, insomma, arrivati al secondo giorno erano un po’ cottini. Però devo dire che quest’anno è stata dura anche per noi visitatori. Complice il piano in più, c’era davvero tanto da guardare (e non ho osato informarmi sui meeting/workshop nelle sale dedicate).

Sono arrivata in fiera a Milano in tarda mattinata, complice il traffico bloccato in autostrada e la metro che proprio non voleva saperne di darsi una mossa.

Una volta entrata al Gate14 di via Gattamelata, mi sono ritrovata nel mezzo di stand super ravvicinati di qualsiasi servizio: cloud, hosting, ecommerce (quest’anno tanti), agenzie web e altre tecnocose interessanti.

Con il mio foglio Excel stampato alla mano (non me ne vogliano gli alberi del mondo) diviso per azienda/referente/numero di stand, ho passato i primi 5 minuti a vagare senza meta, domandandomi: “seguo l’ordine della mia lista, quello degli stand o vado a sentimento?”. Mi ha salvata un mio ex collega con un caffè.

Alla fine ho scelto di andare in ordine di fila (oltre che di piano ovviamente): dalla A alla R, ogni volta che trovavo uno stand che mi ero appuntata mi fermavo.

Non sono riuscita a parlare con 4/5 espositori, cercherò di recuperare con email/richieste su Linkedin. Del resto dopo due ore, tra piano terra e primo piano e zeppe alte (comode eh, ma alte) i miei piedi gridavano pietà. E anche il mio stomaco. Così, mi sono impuntata: gli ultimi due e vado. Si sono fatte le 15:00.

Alla fine il Netcomm Forum è questo: un’occasione per avere un colloquio con tanti possibili clienti/fornitori in una volta sola. Insomma la storia dei due piccioni e della fava. Oltre ad essere un’occasione per dare un volto a delle caselle email che fanno già parte dei tuoi clienti.

Ho conosciuto nuova gente, personaggi interessanti e raccolto lusinghe (saranno state le scarpe?): come dicevo a uno di loro, la parte veramente tosta arriva ora, ad evento ultimato, quando devi mettere in ordine tutti i bigliettini da visita e coltivare la relazione instaurata in fiera.

Tempo massimo per battere ferro: 24 ore. Oggi scriverò parecchie email.

Vuoi scrivere una email efficace? Ho qualche consiglio per te

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...